BLOG / VIVERE GREEN

Melissa, un rimedio naturale contro l’ansia e l’insonnia

Melissa, un rimedio naturale contro l’ansia e l’insonnia

La melissa è una pianta con proprietà ansiolitiche e sedative, quindi un ottimo rimedio per chi fa fatica ad addormentarsi

Ci sono periodi in cui i tanti impegni quotidiani sembrano sopraffarci anche di notte: decisioni da prendere che ci angosciano, scadenze che generano ansia, pensieri che si tramutano in insonnia. Queste sensazioni possono compromettere la nostra stabilità, pertanto è bene capire prima di tutto che cosa ci fa stare male. Nel frattempo, per tamponare la situazione, prima di ricorrere a farmaci più importanti, si possono provare dei rimedi naturali per dormire e ridurre l’ansia. Tra questi c’è la melissa, una pianta dalle varie proprietà che può aiutare a ritrovare un po’ di tranquillità.

Melissa: pianta

La melissa è una pianta cespugliosa che cresce vicino alle siepi, lungo i sentieri e nei campi non coltivati. È una pianta perenne, che fiorisce tra maggio e agosto, con fiorellini che si presentano inizialmente bianchi e con qualche sfumatura gialla, ma che diventano man mano rosati. Le sue foglie si riconoscono per i margini dentati, la forma ovale e la superficie è ricoperta di peluria: se strofinate tra le dita emanano un caratteristico profumo che ricorda quello del limone. Proprio le foglie e le sommità fiorite sono le parti che vengono impiegate; la melissa infatti contiene flavonoidi, oli essenziali, tannini e mucillagine. Non viene disdegnato il suo uso neppure in cucina, non solo come tisana, ma anche aggiunta in insalata o per produrre qualche liquore digestivo.

Melissa: proprietà

La melissa ha benefici sia secondo la medicina popolare, sia comprovati dalla sperimentazione scientifica. Nota è la sua azione antispasmodica e carminativa, che agisce portando giovamento ai disturbi che affliggono l’apparato gastrointestinale, come spasmi e aria in eccesso. Facilita inoltre la digestione attraverso la sua attività stomachica e ha effetti sul ciclo mestruale.

La melissa viene considerata un antivirale con buoni risultati in particolare sull’herpes simplex, tanto che è contenuta in diversi preparati venduti per l’herpes labiale. Sulla pelle fa da tonico e stimolante cutaneo, oltre a essere astringente e cicatrizzante

Tra le proprietà della melissa più note, però, ci sono quelle ansiolitiche e sedative, di cui si può beneficiare attraverso l’assunzione di infusi o di olio essenziale.

Melissa: rimedio contro l’ansia e l’insonnia

Tra i rimedi naturali per dormire la melissa è sicuramente uno dei più utilizzati: la si trova in molte tisane confezionate in commercio o sfusa in erboristeria. Oltre a combattere l’insonnia, il nervosismo e l’ipereccitabilità, la melissa è anche un rimedio contro l’ansia e di tutti i fastidi che può comportare, quali tachicardia, palpitazioni o emicrania. Per l’azione che ha sul sistema nervoso, seda anche la tosse e quei disturbi gastrointestinali di origine nervosa, come coliti spastiche e difficoltà di digestione.

Affinché sia più efficace, è frequente trovare o utilizzare la melissa associata ad altri fitocomplessi: tra i più comuni ci sono la passiflora e la valeriana, ottimi per lievi stati di insonnia e ansia.

Come assumere la melissa come rimedio contro l’ansia?

Solitamente noi seguiamo le istruzioni contenute in un valido libro di fitoterapia, che consiglia l’assunzione della melissa o in foglie o sotto forma di olio essenziale.

In foglie: versare 1 cucchiaio raso di foglie essiccate in una tazza di acqua bollente e spegnere il fuoco. Coprire e lasciare in infusione per 10 minuti, poi filtrare l'infuso. In caso di crampi addominali, colite spastica, nervosismo e nevralgie è da bersi al bisogno, per la digestione, invece, dopo i pasti. Se si vuole utilizzare come rimedio naturale per dormire, allora andrà bevuto prima di coricarsi.

Olio essenziale: disciogliere in una bevanda calda 2 gocce di olio essenziale su un cucchiaino di miele e bere tiepido prima di andare a dormire.

Melissa: controindicazioni

La melissa in gravidanza o durante l’allattamento andrebbe evitata, per le interazioni che la pianta può avere con gli ormoni tiroidei: per lo stesso motivo, a chi è affetto da ipotiroidismo l’uso della melissa è sconsigliato. Come con ogni rimedio naturale, è sempre bene consultarsi comunque con il proprio medico, specialmente se si utilizzano abitualmente farmaci.

Conoscevi l’impiego della melissa come rimedio contro l’ansia e l’insonnia? Quali altri metodi naturali usi?

 

Articolo scritto con la consulenza della dott.ssa Paola Ortalda, biologa specializzata in Scienza e tecnica delle piante officinali all'Università di Pisa, nonché proprietaria de Il Cerreto.

melissa, melissa proprietà, melissa controindicazioni, melissa infuso, rimedi naturali per dormire, rimedio naturale contro l'ansia

Bio Agriturismo Il Cerreto

VISIT TUSCANY


Prenota
SCONTO 15%